Riflessioni

Lovely Blog Award: i blog “amici”

30 giugno 2014
Colors

Sono approdata da pochissimo in questo magico mondo fatto di viaggi, passioni, culture e persone fantastiche che leggo da più o meno tempo ma che mi regalano ogni volta emozioni indelebili. E così dai commenti che trovo nei post, scopro che nonostante io sia una novellina, qualcuno è già passato da queste parti e che addirittura sono stata nominata per il Lovely Blog Award, un riconoscimento da blogger a blogger, un apprezzamento che mi regala un sorriso stampato sul viso e mi apre il cuore.

E mi fermo a pensare che allora è proprio vero che a volte basta buttarsi e poi le cose belle arrivano!

Grazie infinite dunque a Elisa di TripVillage per aver letto e nominato questo blog. Grazie di cuore! 🙂

Cos’è il Lovely Blog Award?

Il Lovely Blog Award come accennato è un riconoscimento dato da blogger a blogger, un modo carino e dolce per apprezzare in maniera esplicita un lovely blog e il lavoro di chi lo cura. Se si vuole, si può aggiungere uno dei “bottoni” del LBA al proprio blog, per far sapere che si è stati nominati.

Le regole?

  • rispondere alle domande poste da chi ti ha nominata;
  • nominare altri 10 blog che secondo te meritano questo epiteto di lovely blog;
  • notificare il post a questi tuoi blogger preferiti.

lovely-blog-award

1. Com’è cambiata la tua vita col blog?

Ho aperto “Viaggi del taccuino” da pochissimo tempo, anche se era in programma davvero da una vita. Ma non sono nuova dei blog e soprattutto della scrittura, scrivo da una vita e da qualche anno anche per lavoro e non potrei immaginare le mie giornate senza un taccuino, uno schermo, un foglio, un muro da riempire di parole. Come ho detto però il mondo dei blog mi affascina, lo seguo da dietro le quinte da tempo e spero, come già sta accadendo, che mi permetta di venire a contatto con esperienze e persone positive e interessanti, da cui imparare sempre!

2. Descriviti con un solo aggettivo.

Affamata. Da sempre. Non riesco a placare la mia fame, a stare ferma in un posto. Devo muovermi, scoprire, riempire i miei occhi di colori e immagini sempre nuove, mettermi alla prova, studiare cose diverse, assaporare luoghi, culture, esperienze.

3. Quale stato d’animo ti rappresenta meglio? 

Difficile dirlo. Sono complessa e complicata e anche abbastanza lunatica. Mi verrebbe da dire a tratti euforica, mi faccio prendere dalle cose come una bambina… e non smetto mai di stupirmi!

4. Trovate più seducente l’intelligenza o l’attrazione fisica? 

Sarà scontato, ma l’attrazione fisica senza una intellettiva, è un fuoco di paglia che dura il tempo di qualche incontro. Invece un cervello che ti prende, una mente che incontra la tua, che diventa confronto e condivisione, è un’altra storia. Senza essere ipocriti e tralasciare il fatto che l’aspetto fisico abbia comunque il suo ruolo…

5. Il tuo motto è:

Non ho un motto vero e proprio, piuttosto la mania di segnare su taccuini, muri, agende, computer, lavagne della cucina e qualsiasi altro supporto, una serie di citazioni che mi motivano e mi danno la carica. Una è la frase di Amelie di cui ho parlato qui, un’altra, attribuita a Twain:

Tra vent’anni non sarete delusi delle cose che avete fatto ma da quelle che non avete fatto. Allora levate l’ancora, abbandonate i porti sicuri, catturate il vento nelle vostre vele. Esplorate. Sognate. Scoprite.

6. Quanti libri leggi in un anno?

Per lavoro tantissimi, a volte anche forzatamente. Per piacere uno al mese minimo. Di quelli che piacciono a me 🙂

7. Difetto/pregio.

Sono esigente, critica, polemica, per prima verso me stessa. A volte questo aiuta, spesso è un difetto. Il pregio, sarebbe meglio farlo dire agli altri, ma così, sul momento, direi il fatto di essere aperta verso gli altri. Disponibile, curiosa, presente.

8. Musica/strumento preferito

La musica mi fa stare bene, aiuta a concentrarmi e altre volte ad annullarmi. Ce ne è una per ogni momento. Adoro, influenzata dai miei genitori, quella dei cantautori italiani classici, da Battisti a De Gregori, quella di Jovanotti, dei Baustelle, di Silvestri-Fabi-Gazzè (che ora sono insieme e mi sembra un sogno) della Nannini, dei Negrita e di Nutini, fino ad arrivare alla musica irlandese. Ho un cugino che ha studiato al Conservatorio, ha diverse scuole di musica, dirige un’orchestra di bambini e ragazzi e suona in due band. Evidentemente l’arte musicale è andata tutta su di lui, io non suono nemmeno i piatti : )

9. Esiste l’ amicizia virtuale?

Assolutamente si. Capita, su internet, di imbattersi in persone affascinanti, che condividono le tue stesse passioni, i tuoi stessi interessi, e succede che ti ritrovi a fare un pezzo di vita insieme, magari solo virtuale, ma profondissima. Chissà che non accada anche grazie a questo blog!

10. Quanto trovi stupide/carine queste piccole attenzioni come un pensiero award?

Per nulla stupide! Sono iniziative carine che danno voce ai blogger, permettono di conoscerli meglio e di dare un piccolo riconoscimento a quelli che ci fanno compagnia, sentiamo vicini e vorremmo consigliare a un amico o conoscere di persona attorno a un tavolo colorato in qualche parte del mondo.

Ora è il mio turno.

Prima di tutto voglio aggiungere tre domande, da sostituire o meno a quelle sopra, visto che sono tutti blog legati al viaggio:

Cosa significa per te viaggiare?

Il viaggio assolutamente da fare nella vita è…

La tua citazione di viaggio preferita…

E ora veniamo ai nomi. La scelta non è stata affatto facile, molti dei blog che amo e seguo di più sono famosissimi, non hanno bisogno certo di presentazioni e magari sono stati già nominati, ma ho pensato che alla fine nessuna di queste considerazioni mi vietava di segnalarli e che al massimo avrei strappato loro un sorriso.

Ecco di getto quelli da cui proprio non riesco a staccarmi (mi sono limitata a quelli inerenti al viaggio, 15 anziché 10, e comunque la lista non è completa), con la speranza che accada lo stesso anche a voi una volta che li avrete (ri)scoperti 🙂

And the winners are: 

Viaggi nel cassetto

Pensieri in Viaggio

Viachesiva

Viaggiare Libera

Respirare con la pancia

Mercoledì tutta la settimana

Mi prendo e mi porto via

In ogni viaggio

Trip or Treat?

Pret à partir con Chiara

Gate 309

Elisa Chisana Hoshi

Diario in viaggio

Criinviaggio

Pimp My Trip

You Might Also Like