Liguria

Un giorno alle Cinque Terre: ecco cosa non perdere

30 marzo 2017

Erano anni che sognavo di fare un viaggio alle Cinque Terre e finalmente alla fine dell’anno, completamente fuori stagione, sono riuscita a realizzare il mio desiderio e mettere piede in queste meraviglie.

È bastato un giorno alle Cinque Terre per farmi innamorare e progettare già il ritorno in estate, per godere di quel mare bellissimo che a dicembre, abbiamo solo ammirato da lontano e avventurarmi in uno dei percorsi di trekking che collegano i vari punti della zona e regalano una prospettiva unica sulle cittadine e il mare.

Per quanto ci riguarda, in un giorno alle Cinque Terre siamo riusciti a visitare con tutta calma tre dei cinque borghi sul mare, quindi un weekend alle Cinque Terre è sufficiente per avere una prima idea della zona, anche se – vi avverto – dopo non vedrete l’ora di tornarci!

Ecco quello che ci è piaciuto di più durante il nostro weekend alle Cinque Terre. Pronti a sognare e partire con noi?

Manarola

La frazione di Riomaggiore è il borgo delle Cinque Terre che ci è rimasto più nel cuore: il suo percorso panoramico regala una vista mozzafiato sulla città arroccata a picco sul mare e al tramonto è davvero magico!

Ph: Luca Storri Fotografo

Salite fino alla chiesa principale per avere un punto di vista diverso sulla città: e non preoccupatevi se ovunque sentirete il rumore di acqua che scroscia sotto le case. È normalissimo e rende ancora più particolare e autentica la visita del borgo!

Vernazza

Avevo sentito parlare di Vernazza quando ci fu la famosa alluvione che colpì proprio le Cinque Terre nel 2011 e trovarmi a passeggiare tra i suoi vicoli e i suoi palazzi è stato un po’ come fare un viaggio nella storia recente del nostro Paese.

I palazzi portano ancora addosso i segni di quella devastante forza della natura che li travolse anni fa, ma il borgo si è rialzato più forte di prima, con le sue casette colorate, i suoi negozi, i localini all’aperto e il suo piccolo porticciolo che ci ha regalato momenti di puro relax.

liguriaetoscana16

Ph: Luca Storri Fotografo

Dal porto è possibile salire fino al “castrum”, una fortificazione dell’ix secolo: il percorso lungo i vicoli e le scalette del borgo è a tratti poco agile ma ne vale davvero la pena per la vista sul blu che si gode una volta arrivati in cima.

Monterosso al mare

Monterosso al Mare è il borgo più grande delle Cinque Terre ed è famoso per aver ospitato il poeta Eugenio Montale, completamente innamorato di questa terra e del suo mare.

Una passeggiata nel centro di Monterosso permette di entrare a contatto diretto con lo spirito marinaro di questa zona. Qui ovunque si respira il mare: negli odori che escono dalle cucine dei ristoranti e delle case private, nei suoni che arrivano dal porto, nel canto dei gabbiani e nelle decorazioni a tema marinaro sparse un po’ dappertutto, come i remi appesi intorno alla porta di questa abitazione in foto.

monterosso-un-giorno-alle-cinque-terre

Ph: Luca Storri Fotografo

In un giorno alle Cinque Terre noi abbiamo visitato questi tre borghi per cui se decidere di fermarvi per un weekend riuscirete a vedere tranquillamente i cinque borghi, compresi Riomaggiore e Corniglia, l’unico a non avere accesso diretto al mare.

Un giorno alle Cinque Terre: come muoversi

Grazie anche ai consigli preziosi dei locali abbiamo deciso di lasciare la macchina alla stazione e di muoverci tra i borghi delle Cinque Terre con il comodissimo treno che unisce La Spezia a Sestri Levante e ogni ora al massimo fa tappa in tutte le cittadine della zona.

In questo modo non abbiamo avuto lo stress di muoverci tra un paese e l’altro e cercare ogni volta parcheggio ed è stato tutto molto comodo e rilassante.

tramonto-alle-cinque-terre

Ph: Luca Storri Fotografo

È possibile scegliere di comprare volta per volta i biglietti per ogni singola tratta, oppure acquistare la Cinque Terre Card  (13 euro a fine del 2016 per la tessera giornaliera) che permette di avere un unico biglietto per prendere quante corse si vuole all’interno della stessa giornata o di più giornate, in base alle personali esigenze.

Se chiudo gli occhi riesco ancora a respirare la pace e la meraviglia di quei luoghi e a voi, non è venuta un po’ di voglia di partire?