Portogallo

5 cosa de fare a Lisbona

16 ottobre 2014

Ormai lo sapete Lisbona è la mia città, quella in cui tornerei sempre, quella in cui vivrei, perché di cose da vedere e da fare a Lisbona ne ho ancora davvero troppe.

E se anche voi volete provare un po’ della magia della capitale lusitana, allora seguite queste cinque dritte che ve ne faranno scoprire e spero apprezzare il suo carattere più autentico.

1-Sedersi su una panchina di Praça do Comércio a respirare l’immensità del Tago che corre verso l’oceano. La Piazza è davvero immensa e sembrerà avvolgervi in un caldo abbraccio protettivo, mentre davanti a voi avrete la maestosità del fiume, del Ponte XXV Aprile e del Cristo Rei sull’altra sponda. tago

2-Girare la città in cerca del Miradouros più bello, quello con la luce migliore, quello che regala la prospettiva più bella sulla città. Qui sotto ero intenta a fotografare quello de Sao Pedro de Alcántara, in pieno Bairro Alto, da cui si arriva a vedere il fiume, la Cattedrale, le piazze principali e il Castello. Uno spettacolo dal quale non mi sarei mai staccata…

belvedere

3-Mangiare in una tasca tipica, una “trattoria”, fuori dai circuiti turistici; il servizio sarà semplice e tra gli ospiti troverete solo gente del posto. Ma mangerete il miglior baccalà della città! L’atmosfera era così bella che mi sono dimenticata di scattare qualche foto; ne ho presa una dal web e vi suggerisco di non perdere questa esperienza, magari accompagnata dal classico fado che amplifica la sensazione di saudade che solo Lisbona è capace di regalare.

Tasca portoghese (Ph: Pinterest)

Tasca portoghese (Ph: Pinterest)

4-Perdersi tra i vicoli strettissimi dell’Alfama scattando foto ai palazzi colorati, con i loro azulejos scrostati dal tempo e i panni stesi alle finestre. Che attraversiate questo quartiere a piedi, per raggiungere il superbo Castello, o sul famoso tram 28, non potrete non rimanere affascinati da questo angolo di città in cui il tempo sembra essersi fermato.

Alfama (ph: Pinterest)

Alfama (ph: Pinterest)

5-Assaggiare un pastel de nata, il dolce a base di uova, tipico dei paesi di lingua portoghese. Questi dolcetti di pasta sfoglia sono noti anche come Pasteis de Belem ed è proprio lì che vi consiglio di andare, per assaggiarli nella pasticceria più famosa di Lisbona. La lunga fila sarà ripagata e gustarli guardando sullo sfondo i monumenti di Belém, renderà tutto ancora più bello.

belemE voi avete mai visitato Lisbona? Avete dei consigli da dare a chi vorrebbe scoprirla più da vicino?

You Might Also Like

6 Comments

  • Reply dueingiro 17 ottobre 2014 at 11:21

    Ciao, arriviamo qui grazie alla rete 🙂 ! bel blog,complimenti!
    Noi in Portogallo ci siamo stati durante un viaggio che ci ha portato fino al Sud. Ci è piaciuto tantissimo!
    Ricordiamo come abbiamo mangiato da signori in centro a Lisbona (piatto unico,vino,dolce,amaro della casa) con 10 Euro a testa.
    Ricordiamo quanto è stato bello “appenderci” al tram 28 come fanno i lisboneti.
    O quando è stato bello sorseggiare la Ginjinha nei localini dei vecchietti.
    Lisbona è una città che non ti aspetti ma quando lo scopri, te ne innamori di sicuro !
    Ciao!
    Dueingiro.blogspot.it

    • Reply Viaggi del taccuino | Erikamelie 17 ottobre 2014 at 11:26

      Ciao, che bello trovarvi qui! Grazie mille 🙂
      Lisbona è la città che più mi ha stupito, e si… è bastato poco per innamorarmene. La semplicità dei piatti, l’autenticità dei quartieri che attraversi con il famoso Elétrico 28, i mille contrasti di un luogo pieno di storia e di luce. E’ impossibile rimanere indifferenti!
      Un abbraccio… e vengo subito a leggervi!

  • Reply Elisa - Tripvillage 20 ottobre 2014 at 0:18

    Che voglia di Lisbona mi hai fatto venire???
    l’anno prossimo devo andarci assolutamente….

    PS. cambiato grafica?

    • Reply Viaggi del taccuino | Erikamelie 20 ottobre 2014 at 11:40

      Devi assolutissimamente!!! Io dovrei tornarci mese prossimo, spero!!! Anche se in primavera, estate, con la luca offre il meglio, secondo me! Specie se è la prima volta.
      Io l’anno prossimo spererei di viverci eheh 🙂

      Si, cambiato template, l’altro mi dava delle noie… vediamo se piace!

      • Reply Elisa - TripVillage 22 ottobre 2014 at 20:39

        Anche i due portoghesi con cui ho attaccato bottone a Santorini mi dicevano di visitarla…e non me lo faccio ripetere 😉
        Lo so, lo so che spereresti di viverci… dai che poi vengo a trovarti 🙂

    Leave a Reply

    Su questo sito utilizziamo i cookies tecnici di Analitycs. Cliccando sul pulsante Accetto permetterai il loro utilizzo. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi