Sardegna

5 luoghi da non perdere nel nord della Sardegna

7 marzo 2016

La scorsa settimana vi ho raccontato del mio strano rapporto con il mare, e oggi, complice qualche foto riemersa dagli scatoloni di un trasloco ormai alle porte, mi è tornata alla mente l’unica vacanza al mare, vissuta con gli amici anni fa, sulle bellissime spiagge della Sardegna.

Ricordo ancora la traversata notturna in traghetto, il vento che ti sconvolge i capelli, l’alba, le lunghe spiagge e le piccole calette, l’accento pungente dei sardi, la loro cucina e le loro tradizioni uniche. 

mare della sardegna

Il modo migliore per raggiungere questa zona è sicuramente scegliere i traghetti per la Sardegna che partono e arrivano a Porto Torres; da qui infatti i luoghi di cui vi parlerò sono facilmente raggiungibili in macchina, indispensabile per muoversi tra i villaggi isolati e affascinanti della Sardegna.

Ecco allora che ho pensato di raccontarvi quello che non avevo mai trascritto in digitale e di portarvi con me a scoprire le 5 cose assolutamente da non perdere sulla costa nord occidentale della Sardegna.

Purtroppo non conservo molti scatti della Sardegna: per fortuna mi è venuto in soccorso Luca che per uno strano caso del destino ha viaggiato nella stessa zona qualche anno dopo di me.

Stintino

La spiaggia della Pelosa, nel Golfo dell’Asinara, è a detta di tutti una delle più spettacolari di tutta la Sardegna, tanto da essere stata eletta negli anni come la 2^ spiaggia più bella in Italia, la 1^ in Sardegna.

Le acque cristalline di un turchese da togliere il fiato sono circondate da una natura tipicamente mediterranea con la macchia che in alcuni tratti si allunga fino alla spiaggia.

Stintino

Le acque della Pelosa sono sempre molto calme perché questa zona è protetta dal mare aperto da una barriera naturale formata dai faraglioni di Capo Falcone, dall’isola Piana e dall’Asinara.

Di fronte alla spiaggia si trova l’isolotto, detto della Pelosa, su cui si erge la torre aragonese edificata nel 1578 a difesa del litorale, raggiungibile oggi a piedi dalla costa.

Castelsardo

Nel territorio dell’Anglona, in provincia di Sassari, da non perdere il borgo medievale di Castelsardo, situato anch’esso sul Golfo dell’Asinara, che sorge su un promontorio a ridosso del mare; posizione questa che lo ha conservato e preservato nel corso dei secoli fino ai giorni nostri.

Castelsardo

Dai punti panoramici che si aprono tra i vicoli del borgo e dal castello si gode di una vista mozzafiato sul mare e sulla campagna circostante dominata dalla macchia mediterranea, da rocce calcaree scavate dall’erosione e da interi terreni lasciati al pascolo.

arida sardegna

Isola Rossa

Anche Isola Rossa, tra Castelsardo e la famosa Costa Paradiso, sorge su un piccolo promontorio, caratterizzato dal colore rosso delle rocce, da cui prende appunto il nome e dalla torre cinquecentesca che rappresenta un antico retaggio della dominazione spagnola del territorio.

Da non perdere la spiaggia Lunga, la spiaggia principale di Isola Rossa e il porticciolo caratteristico.

A poca distanza, tra il promontorio di Isola Rossa e quello di Punta Li Canneddi si trova la spiaggia della Marinedda, assolutamente imperdibile. 

mare al tramonto

Alghero

Per me che non sono una fanatica delle spiagge e dell’abbronzatura forse una delle giornate più belle di tutto il viaggio in Sardegna fu quella che trascorsi ad Alghero, una città che affascina e stupisce. 

Si tratta infatti di un antico borgo catalano sul mare, carico di storia, di miti, di colori, di sapori di mare e del suono forte della lingua catalana. 

Passeggiare per i suoi vicoli acciottolati, avvolta dalle sue mura secolari, tra botteghe artigiane e palazzi d’epoca, regala attimi di vera magia.

Grotte di Nettuno

Prima di lasciare Alghero non si può perdere la visita alle famose Grotte di Nettuno, le più belle, dicono, di tutta la Sardegna. 

Diverse tracce rinvenute all’interno delle grotte fanno pensare che le stesse abbiano più di 2.000.000 di anni.

Io vi dico solo che descriverle a parole o con immagini è troppo difficile; dovete andare e immergervi in questo spettacolo della natura, ne rimarrete estasiati.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Su questo sito utilizziamo i cookies tecnici di Analitycs. Cliccando sul pulsante Accetto permetterai il loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi