Canada

3 settimane in Canada: l’itinerario completo

11 luglio 2016

Per decidere il nostro itinerario di tre settimane on the road in Canada abbiamo letto centinaia di articoli, blog e forum, sfogliato guide turistiche e depliant di agenzie e alla fine sulla base di una proposta firmata Diamante, abbiamo elaborato il nostro personale progetto di viaggio, unendo est ed ovest del Paese, con tanto di volo Toronto Calgary all’interno.

Itinerario di 12 giorni in Canada orientale:

  1. Arrivo a Montréal e visita della città;
  2. Montréal – Québec City (arrivo in serata e pernottamento);
  3. Québec City, visita della città;
  4. Québec City – Le Malbaie (giornata spesa lungo la regione di Charlevoix);
  5. Le Malbaie – Saguenay (avvistamento delle balene a Tadoussac e giro sul fiordo);
  6. Saguenay – Trois-Rivières (lungo i parchi nazionali dell’est);
  7. Trois-Rivières – Ottawa (arrivo in tarda mattinata e visita della città);
  8. Ottawa – Kingston (gita in battello alla scoperta dell’arcipelago delle Mille Isole);
  9. Kingston – Toronto (arrivo in mattinata e visita della città);
  10. Toronto, visita della città;
  11. Toronto (escursione alle Cascate del Niagara);
  12. Volo per Calgary.

Toronto

Itinerario di 10 giorni in Canada occidentale:

  1. Arrivo a Calgary e visita della città;
  2. Calgary – Banff (arrivo in tarda mattinata, visita della città ed escursioni intorno ad essa);
  3. Banff (spostamento lungo la The Bow Valley Parkway, verso i laghi Louise e Moraine);
  4. Banff – Jasper (lungo il tragitto sosta al Peyto Lake e all’Athabasca Falls);
  5. Jasper (visita all’Athabasca Glacier e giro sullo Skywalk, il glass floor sulle Montagne Rocciose);
  6. Jasper – Sun Peaks;
  7. Sun Peaks – Vancouver (arrivo in mattinata, sosta al Capilano Suspension Bridge Park e visita della città);
  8. Vancouver (escursione in idrovolante alla scoperta della meravigliosa Vancouver Island);
  9. Vancouver, visita della città;
  10. Volo di ritorno in Italia.

Lake-Louise

Vi ho parlato dei due itinerari in due post distinti (che trovate qui e qui), così da avere la possibilità di spiegare cosa, a posteriori, avremmo cambiato, eliminato o aggiunto.

Qui vi dico solo che le distanze in Canada possono essere davvero considerevoli; alcuni giorni abbiamo guidato anche per 400/500 chilometri, senza però che la cosa ci sia pesata troppo: le strade sono belle e la libertà di spostarsi senza orari e tempi stabiliti e di fermarsi quando e dove si vuole non ha davvero prezzo.

Fate attenzione però: ci sono stati tratti di strada in cui non abbiamo incontrato un’area di sosta e rifornimento anche per 150 km: il consiglio quindi è quello di portare sempre con voi tutto il necessario, come cibo e acqua e di cercare di avere il serbatoio pieno almeno per metà.

Lungo le strade, tutte gratuite e in ottimo stato, troverete però molto spesso aree per fermarvi, scattare foto, godere del panorama e andare in bagno. Anche questo è importante e vi assicuro che mai ho visto bagni così puliti e ben curati, anche quando si tratta di un triangolo di strada lungo chilometri e chilometri di bosco.

Quando andare in Canada

Il Canada è un paese davvero esteso e quindi il clima varia molto da luogo a luogo. Noi siamo partiti il 6 giugno e abbiamo trovato una temperatura variabile tra i 6°C e i 25°C. Nelle grandi città, come Toronto e Vancouver la temperatura era molto piacevole, c’era un sole tiepido perfetto per camminare e visitare le maggiori attrazioni locali.

Lungo il fiume San Lorenzo, ad Ottawa e ad ovest, in particolare nei parchi nazionali, il freddo si è fatto sentire, ma sono bastati una buona giacca a vento e delle scarpe da trekking per stare comodi e caldi per tutto il viaggio.

Sicuramente i mesi estivi, da giugno a settembre, sono i migliori per visitare il Canada; è vero che le metropoli sono organizzatissime contro le basse temperature, ma considerate che a partire da ottobre molte tra le strade e le attrazioni naturalistiche più belle sono chiuse o comunque difficili da raggiungere.

Ponte-Ottawa

Questa è poi la stagione perfetta per l’avvistamento degli animali, come cervi, alci, cerbiatti e, se siete fortunati orsi, che si svegliano dal lungo letargo e, specialmente al tramonto – che in alcune zone è molto tardi, dopo le 22.00 – arrivano fino a bordo strada per mangiare.

Quanto costa un viaggio in Canada

In molti mi hanno chiesto se un viaggio così lungo in Canada sia molto costoso. La risposta è sempre la stessa: dipende!

Dipende da che cosa cercate dal viaggio, dagli standard con cui siete abituati a spostarvi.

Noi, pur essendo in viaggio di nozze, abbiamo preferito scegliere hotel buoni ma non di lusso, anche perché ci sono serviti davvero solo come appoggio per un bagno e per la notte.

Nonostante questo alcuni sono stati davvero dei gioiellini e ve ne parleremo presto!

Certo è che il costo della vita in Canada non è affatto basso, quindi se volete risparmiare qualcosa cercate alberghi o alloggi che includano la colazione – sempre abbondantissima – e optate per un leggero pranzo al sacco durante il giorno. Questo vi permetterà di non perdere troppo tempo in ristoranti e godervi ancora di più il vostro on the road. I market sono tantissimi e i prezzi accettabili, quindi ingegnatevi!

In questo modo vi godrete molto di più la cena, una volta arrivati a destinazione: una portata in un pub o ristorante di medio livello costa tra i 15 e i 30 dollari, il vino e i dolci, come sempre fanno salire il prezzo.

Toronto-dall'alto

Alcuni ingressi, come il biglietto alla CN Tower di Toronto o quello di alcune escursioni a Jasper e dintorni sono molto cari, ma vi assicuro che ne vale la pena! Sono emozioni troppo belle, quindi non il mio consiglio è di non rinunciarvi.

L’ingresso ad altri luoghi di interesse, come il Parlamento di Ottawa o quello di Victoria, su Vancouver Island, invece, sono gratuiti e includono anche l’accompagnamento di una guida: approfittatene!

Parlamento-Ottawa

Ultima nota, molto positiva: la benzina costa molto meno che in Italia (circa 1 dollaro al litro) e quindi abbiamo potuto macinare migliaia di chilometri ad un prezzo ragionevole.

Ricordate, prima di partire, di stipulare un’assicurazione di viaggio completa: vi costerà qualcosa in più ma vi permetterà di vivere il viaggio in tutta tranquillità!

You Might Also Like