Toscana

Mare, borghi e natura: cosa vedere sull’isola d’Elba

18 luglio 2017

L’Isola d’Elba, la più grande isola del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, è un’oasi naturale splendida che vi conquisterà con le sue spiagge dorate, le sue acque cristalline, i suoi villaggi arroccati sui monti e il suo entroterra verdissimo.

Ci sono davvero un’infinita di cose da fare e vedere sull’isola d’Elba: potrete dedicarvi al relax, allo sport, al divertimento, alle passeggiate nei boschi o alla scoperta della storia del territorio e della popolazione locale.

Isola d’Elba: come arrivare e come muoversi

I Traghetti per l’isola d’Elba partono da Piombino Marittima, in Toscana o da Bastia, in Corsica, e arrivano in tre porti dell’Elba: Portoferraio, Rio Marina e Cavo.

Traghetto per l'isola d'Elba

Potete decidere di trasportare la vostra vettura oppure di noleggiare una macchina, un motorino, un quad oppure un’imbarcazione, direttamente sull’isola. La rete stradale dell’isola è in buone condizioni e le principali località sono segnalate e raggiungibili senza grandi problemi.

In alternativa potete decidere di vivere pienamente l’isola e scoprirla attraverso i suoi numerosi percorsi escursionistici e di trekking.

Cosa vedere sull’isola d’Elba: le spiagge più belle

Tra le cose da vedere sull’isola d’Elba ci sono sicuramente le spiagge, tutte bellissime e molto diverse tra loro. Si passa dalle piccole caratteristiche calette di sassi alle spiagge di sabbia nera, a quelle bianchissime di ciottoli o sabbia finissima.

La maggior parte delle spiagge sono ad accesso libero, anche se ci sono zone servite da stabilimenti balneari attrezzati con cabine, ombrelloni e lettini per una vacanza in assoluto relax.

Se siete amanti della nautica o degli sport acquatici potrete davvero sbizzarrirvi al largo delle acque cristalline e trasparenti dell’isola d’Elba.

Isola d'Elba

A nord non perdete il capo d’Enfola, famoso per la sua vecchia tonnara, dove fino alla fine degli anni Cinquanta si lavoravano i tonni pescati sull’isola e che oggi invece ospita la sede del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano.

Il promontorio è unito dal resto dell’isola da uno stretto istmo su cui sorgono due spiagge: quella a nord ospita le barche dei pescatori locali mentre quella a sud è facilmente raggiungibile ed è dotata di un piccolo molo; qui è possibile noleggiare pedalò e piccole imbarcazioni per andare alla scoperta della costa elbana.

A sud molto bella la spiaggia di Zuccale, una delle calette più belle di Capoliveri. Il contrasto tra la spiaggia di sabbia dorata, le acqua turchesi e il verde della natura retrostante è davvero da pelle d’oca!

Cosa vedere sull'isola d'Elba

Sulla costa orientale dell’isola d’Elba ti consiglio la spiaggia di Ortano, una delle più famose di Rio Marina. Lunga circa 150 metri e larga anche fino a 50 metri, è una spiaggia di piccoli sassolini misti a sabbia. L’acqua è trasparente e perfetta per gli amanti dello snorkeling, inoltre.

Se siete da queste parti spostatevi fino all’isolotto Ortano a nuoto o via terra, a piedi, percorrendo la scogliera e altri piccoli tratti di spiaggia.

Ad ovest la mia spiaggia preferita è quella di Fetovaia, da molti considerata una delle più belle dell’intera isola.

La spiaggia, lunga circa 300 metri è formata da sabbia dorata e protetta tra un promontorio granitico ricoperto di macchia mediterranea. Rispetto ad altre spiagge qui il fondale si abbassa lentamente ed è perfetto per una giornata di relax anche in compagnia dei più piccoli!

Cosa vedere sull’isola d’Elba: i luoghi da non perdere

Vi state chiedendo cosa poter vedere sull’isola d’Elba oltre alle spiagge? Sicuramente i luoghi e i musei legati a Napoleone Bonaparte: le sue residenze sorgono a Portoferraio dove è stato realizzato anche il Museo dei Cimeli Napoleonici e il teatrino dei Vigilanti.

Da non perdere anche il Museo dei Minerali dell’Elba e dell’arte Mineraria, all’interno del Palazzo del Burò nel centro del villaggio di Rio Marina: all’interno una collezione di circa 1000 campioni di minerali e una ricostruzione degli ambienti della miniera antica.

Se invece siete appassionati di natura dovete fare un salto ad Enfola, Marciana, Rio Elba e Pianose, le sedi delle Case del Parco, per scoprire la vita naturalistica dell’isola, della sua flora, della fauna e di scorci di inestimabile bellezza.

Scrivere questo post mi ha fatto tornare in mente ricordi bellissimi e lontani nel tempo. Ho solo qualche scatto analogico dell’isola d’Elba e forse è proprio il caso di tornare insieme a Luca e aggiungere altri nuovi, splendidi momenti all’album dei nostri ricordi di viaggio.

You Might Also Like