Toscana

Isola del Giglio: un tesoro al largo della Toscana

1 marzo 2018

Al largo della costa toscana, di fronte al monte Argentario, sorge una piccola isola delle meraviglie: l’isola del Giglio.

Tristemente nota negli ultimi anni per la tragedia della Costa Concordia, quest’isola oggi è tornata ad essere apprezzata esclusivamente per le sue bellezze e la sua natura selvaggia e incontaminata.

Io ricordo di averla scoperta ormai tanti anni fa, quando ero solita trascorrere insieme ai miei genitori un periodo estivo nella zona di Porto Santo Stefano da cui ogni giorno partono traghetti per l’isola del Giglio.

In meno di un’ora di navigazione nel mare Tirreno, si giunge sulla costa di quest’isola che ho amato tantissimo per il suo mare cristallino, tra i più puliti che abbia mai visto e per i numerosi sentieri, alcuni anche abbastanza impegnativi, che però regalano viste da favola sul mare circostante.

Con i suoi 21 kmq di estensione, l’isola del Giglio è la seconda isola più grande dell’Arcipelago Toscano. Giglio è una meta perfetta per gli escursionisti e per gli appassionati di subacquea, che troveranno fondali con pareti abitate da spugne e gorgonie.

Chi è in cerca di luoghi speciali in cui godere del sole e dell’acqua limpidissima dell’isola, potrà scegliere tra una varietà di formazioni costiere, dalle scogliere a picco sul mare alle spiagge di sabbia fino alle calette più selvagge e raggiungibili solo attraverso affascinanti sentieri immersi nella macchia mediterranea.

A proposito di spiagge, tra quelle da non perdere ci sono le piccole spiagge della costa orientale dell’isola: Cannelle, Arenella e Caldane, quest’ultima, raggiungibile solo a piedi o tramite un’imbarcazione.

Isola del Giglio: cosa vedere dopo una giornata al mare

I centri urbani di Giglio Castello, Giglio Porto e Giglio Campese occupano meno del 10% del territorio isolano.

Giglio Porto, dove attraccano i traghetti, è un pittoresco borgo con le case colorate, le botteghe artigianali, i bar con i tavoli all’aperto e le terrazze sul mare.

Tra le attrazioni da non perdere all’isola del Giglio non posso non citare il castello che sorge alla sommità dell’isola, a oltre 400 metri di altitudine, nell’omonimo comune: dall’alto delle mura e delle torri di questo complesso fortificato è possibile ammirare un panorama incredibile, uno spettacolo unico, soprattutto al tramonto!

Giglio Campese invece, sorge sulla costa occidentale, ed è l’ultimo nato tra i centri abitati dell’isola; qui, dove si trova la più ampia spiaggia dell’isola sono sorti numerosi centri turistici per accogliere i numerosi turisti che giungono al Giglio.

You Might Also Like

1 Comment

  • Reply Giulia 6 aprile 2018 at 19:46

    Semplicemente meraviglioso <3

  • Leave a Reply

    Su questo sito utilizziamo i cookies tecnici di Analitycs. Cliccando sul pulsante Accetto permetterai il loro utilizzo. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi