Riflessioni

#TravelDreams2015: i viaggi che vorrei

31 dicembre 2014

Riprendo a scrivere dopo un periodo di stallo di cui vi ho già parlato qui, e decido di farlo lasciando diversi post in bozza per completare questo, carico di sogni e di aspettative per il futuro.

Ricordo che lo scorso anno ho seguito l’iniziativa dei #TravelDreams di Farah, Manuela e Lucia con curiosità e ammirazione. Non avevo ancora aperto il blog ma, come tutti i giorni, ho preso il mio taccuino e ho iniziato a sognare i viaggi per il mio 2014. Oggi che è l’ultimo giorno dell’anno riprendo in mano quel taccuino e faccio un bilancio di quello che sono riuscita a realizzare.

Scopro che c’era Venezia, che alla fine, prima di raggiungere gli altri travel blogger per il blog tour #PiaveLive, sono riuscita inaspettatamente a rivedere. Da sola, perdendomi tra i suoi sestieri.

Venezia, settembre 2014

Venezia, settembre 2014

C’era la Francia, su cui avevo lasciato un giudizio in sospeso dopo Parigi e che alla fine ho apprezzato nel suo animo romantico e multietnico, tra Provenza e Marsiglia.

Marsiglia - Provenza, agosto 2014

Marsiglia – Provenza, agosto 2014

E c’erano i mercatini di Natale che ho raggiunto in un viaggio in Belgio deciso all’ultimo minuto.

Bruges, dicembre 2014

Bruges, dicembre 2014

Continuo a leggere e scopro che c’erano viaggi anche molto più ambiziosi, che invece non sono riuscita a realizzare. D’altra parte è stato un anno impegnativo: ho perso un caro amico, ho perso il lavoro, ho perso molto tempo e alcune occasioni. Ma a quanto pare, se sono qui e continuo a scrivere e sognare non ho perso la voglia di viaggiare e scoprire il mondo.

Il proposito del 2015 è proprio questo. Meno propositi e più azioni. Più viaggi. Scoprire il mondo, oltre i soliti confini europei che comunque voglio continuare ad esplorare, così come quelli italiani.

Il passaporto è finalmente pronto, lì in attesa di nuove avventure. E magari delle persone giuste con cui partire!

Ecco dunque i miei #TravelDreams2015 🙂

Italia

Amo il mio Paese e appena possibile vado alla scoperta delle bellezze che mi circondano; dalla Tuscia all’Umbria, da Roma alla Toscana. Ma ci sono tre mete, tre regioni un po’ più lontane da me, che spero di scoprire presto:

Matera: è stata nominata Capitale della Cultura 2019 ma in realtà la sogno da molto prima. E sento che questo è l’anno giusto per raggiungere la Basilicata, rivedere una cara amica e innamorarmi del fascino fuori dal tempo della “città dei sassi”. E chissà da qui allungare il mio viaggio verso la Puglia per scoprire questa regione e abbracciare persone care che mancano da troppo tempo.

Sicilia: anche questa è una meta che è nel cassetto dei desideri da una vita. Ci sono arrivata molto vicino, ho studiato tutti i dettagli di un “on the road” lungo l’isola, ma alla fine non sono mai riuscita a raggiungerla. Vorrei scoprire Palermo, Catania, Ragusa e Siracusa, con i piccoli borghi colorati in riva al mare, i mercati, il barocco e l’enogastronomia unica.

Piemonte: questa è la meta italiana più “nuova”, quella che non avevo pensato prima. Certo Torino mi affascina da sempre, con i suoi musei, il suo lungofiume, la sua storia e una mia amica trapiantata lì da un po’. Ma grazie a The Greta Escape ho scoperto anche un altro Piemonte, quello del Monferrato e credo proprio sia giunto il momento di andare ad abbracciarla e scoprire tanti preziosi tesori della sua terra.

Europa

I #TravelDreams2015 in Europa sono perlopiù dei ritorni. Ho escluso l’Irlanda perché ormai è quasi una certezza, così come alcuni weekend qua e là per le capitali. Ne metto due nero su bianco perché sono quelli che desidero più fortemente, da tanto tempo e sto facendo di tutto per vederli realizzati. Sono due mete vicine che sogno di fare in un unico grande viaggio itinerante, fino a fermarmi magari per un periodo più lungo nella mia amata Lisbona.

Andalusia: nel 2013 ho scelto di visitare Siviglia insieme alla mia mamma ed è stata una delle soprese più belle degli ultimi anni. Ho ancora voglia di immergermi in tutto quel bianco, sotto un cielo di un azzurro assoluto. Ed ecco perché metto l’Andalusia, con Granada, Ronda e Corboba tra i viaggi da fare nel prossimo anno.

Portogallo: un altro grande ritorno che ho in mente da troppo, troppo tempo. Come vi ho raccontato qui, l’amore per il Portogallo è qualcosa di innato in me. E quest’anno vorrei scoprirlo con calma, sulle parole di Pessoa e Saramago. Vivere i piccoli villaggi lungo la costa, mangiare più ricette possibili di baccalà, portare la mia mamma a rivedere Fatima e Batalha, spingermi fino a Oporto.

Orvieto,-il-tramonto,-il-sorriso

E ora veniamo al resto del mondo… quello ancora non esplorato. Scelgo una sola meta per continente, anche se i sogni rischiano di straripare 🙂

America

L’America del Nord mi attira eccome e il grande sogno è quello di poter percorrere la favolosa Route 66 con il suo carico di storia, di echi letterari, di immensità. Ma quello è un sogno più sogno degli altri, un momento prezioso che voglio vivere a tempo debito, con la persona giusta e con i tempi giusti.

Così per i #Traveldreams2015 mi faccio affascinare dal resto del continente, che non è certo da meno e scelgo il sud…

Brasile: adoro il portoghese, adoro i colori. E il Brasile per me è questo, insieme a tanto altro. Insieme ai contrasti che vive. E che vorrei scoprire più da vicino. Chissà 🙂

Asia

L’Asia mi chiama da tanto e purtroppo finora non ho mai potuto risponderle come vorrei. Qui le destinazioni dei sogni sarebbero davvero troppe: Cambogia, Laos, Vietnam, Myanmar… l’elenco è infinito e ok che sono sogni ma alla fine si deve pur scegliere. Ed eccola la mia scelta…

Bali: perché sento che fa rima con il bisogno che sento più forte in questo periodo; quello di staccare, rilassarmi e pensare. Concentrarmi su me stessa, tra natura e spiritualità.

Africa

Marocco: azulejos e deserto.

Lo scorso anno ero quasi arrivata a raggiungerlo, poi ho rotto con la persona con cui sarei dovuta partire e ho riposto questo sogno nel cassetto. Le foto e i racconti di Farah però, hanno risvegliato la mia voglia di scoprire questo Paese così vicino a noi, alla Spagna e al Portogallo che tanto amo. La voglia di bere tè, di vedere l’alba nel deserto, di perdermi tra le maioliche colorate dei palazzi che è tempo di saziare con un bel volo su Marrakech.

Oceania

Australia: eccolo, l’altro grande, imponente sogno che mi porto dietro da una vita. Da quando da piccola mio nonno mi raccontava della sua guerra, della sua prigionia, prima in Africa e India e poi, per anni, in Australia. Quel nonno, a 95 anni è ancora qui con me e io vorrei raccogliere la sua storia in un libro e partire sulle sue tracce per scoprire con occhi nuovi quei luoghi che immagino da una vita ascoltando le sue parole.

Ok. Ho sognato in grande, ma altrimenti che gusto c’è?!

Quello che mi auguro davvero è un nuovo anno in cui non manchi mai, nemmeno un giorno, la voglia di andare oltre, di scoprire, di imparare. E i viaggi si sa, sono dei grandi maestri! 🙂
Auguri a tutti!

E se anche voi siete dei ritardatari ma volete comunque condividere i vostri viaggi dei sogni per il 2015, siete ancora in tempo; potete farlo sui social e sul vostro blog con l’hashtag #TravelDreams2015.

Buoni sogni, buona vita, buoni viaggi!

You Might Also Like