Toscana

Weekend in Toscana: le zone di cui innamorarsi

18 aprile 2017

Di weekend in Toscana ne ho fatti tantissimi e ogni volta questa regione riesce a stupirmi e regalarmi emozioni sempre nuove.

Non è facile scegliere la zona che preferisco così ho deciso di selezionare alcune delle aree che ho visitato e amato e che mi sento di consigliarvi per vivere un weekend in Toscana all’insegna dell’arte, della natura e dei buoni sapori.

I borghi della Val D’Orcia

Che io sia follemente innamorata di questa zona della Toscana non è più una novità ormai. Colline di grano che si rincorrono come onde, filari di cipressi, vecchi casolari, chiese di campagna, piccoli borghi in pietra: ditemi voi come si fa a non perdere la testa per un posto così!

Tra i luoghi da non perdere ci sono sicuramente Pienza, San Quirico d’Orcia e Bagni Vignoni e le affascinanti strade che uniscono questi luoghi. Se volete scoprire qualcosa in più su quest’area vi rimando all’articolo dedicato totalmente alla Val d’Orcia.

Le colline del Chianti

Tra le province di Firenze e Siena il Chianti è sicuramente una delle zone più conosciute e amate di tutta la Toscana. Famosa per il suo vino “Chianti Classico”, essa comprende per intero i comuni di Gaiole in Chianti, Radda in Chianti, Castellina in Chianti e Greve in Chianti e parzialmente anche altri comuni come Poggibonsi e San Casciano Val di Pesa.

Si tratta di borghi caratteristici soprattutto perché inseriti in un paesaggio unico al mondo, con i vigneti che ad ogni stagione cambiano e si tingono di mille colori diversi.

La Val di Cornia

In un due diversi weekend in Toscana mi è capitato di toccare questa zona della regione: la prima volta sono stata a Piombino e Populonia per un salto indietro nel tempo e una vista davvero bella sulla famosa Costa degli Etruschi.

La seconda volta siamo stati con Luca a Bolgheri, famosa per la poesia di Carducci, e quindi a Castagneto Carducci e la sua marina.

Vi consiglio di scegliere questa zona se volete unire a qualche ora di mare la possibilità di spingervi verso borghi affascinanti come Bolgheri appunto, oppure, a un’ora di macchina la bellissima Volterra, che merita un post a parte per tutto quello che può regalare!

Arezzo e la Val di Chiana

Arezzo è stata un’altra bella scoperta degli ultimi tempi. Vicina all’Umbria e al Lago Trasimeno, così come al Chianti e alla Val di Chiana, con i borghi di Chianciano Terme, Chiusi e Montepulciano, Arezzo è un buon punto di partenza per un weekend in Toscana.

La cittadina è un vero gioiello medievale che diventa ancora più affascinante la prima domenica di ogni mese, quando le sue vie si riempiono dei banchi del mercatino dell’antiquariato.

Anche i dintorni non sono da meno: fate un salto ad Anghiari, Sansepolcro o Cortona per assaporare ancora di più tutto il gusto della Toscana più autentica e accogliente!

E se avete bisogno di qualche ora di relax, fate una sosta alle Terme di Rapolano, un piccolo paradiso di acque termali nel cuore della regione Toscana.

Lucca e la Media Valle del Serchio

Altro giro altra corsa, come si dice. A Lucca ci siamo fermati durante il nostro viaggio di ritorno dalle Cinque Terre ed è stata una scoperta davvero felice.

Una cittadina a misura d’uomo che si gira tranquillamente a piedi e custodisce una serie di tesori unici, come le antiche mura di cinta, la bellissima Cattedrale di San Martino, le numerose chiese, la Torre Giunigi con gli alberi in cima e la singolare Piazza dell’Anfiteatro, unica al mondo.

Dopo la visita di Lucca potete continuare il vostro weekend in Toscana spostandovi a Pisa oppure in qualche borgo della Valle del Serchio. Io vi suggerisco un giro lungo Arno fino alla famosa torre pendente, ma anche una sosta nei pressi di Borgo a Mozzano, per un giro lungo il famoso Ponte del Diavolo.

Dalla Maremma al mare

Questa zona della Toscana mi ricorda le giornate trascorse al mare da bambina e i giri alla scoperta dei piccoli borghi dell’entroterra le domeniche d’estate.

Il mare è quello dell’Argentario, di Porto Santo Stefano, Porto Ercole, Orbetello, Talamone e Ansedonia: un paradiso blu!

E quando sarete stanchi di tanto blu (se mai ci si può stancare di questi luoghi!) potete spostarvi all’interno, verso Capalbio, con il suo castello da cui si vede ancora il mare e ancora oltre verso le spettacolari terme di Saturnia e i tre borghi di tufo, Pitigliano, Sovana e Sorano, uno più affascinante dell’altro.

 

You Might Also Like